Project Description

Si informa che il servizio è sospeso dal 07 agosto 2017 al 01 settembre 2017 per la pausa estiva.
Lo sportello telefonico per informazione e prenotazioni riprenderà regolarmente lunedì 04 settembre 2017 dalle ore 10:00 alle ore 12:00.
Le visite fissate per martedì 29 agosto 2017 saranno regolarmente effettuate.

PERCORSO PRENATALE – Test non invasivo su DNA fetale circolante

Si tratta di un test non invasivo che consente di stabilire la probabilità che il feto sia affetto dalle più comuni malattie cromosomiche (sindrome di Down o trisomia 21, sindrome di Edwards o trisomia 18, sindrome di Patau o trisomia 13).

A differenza delle metodiche di diagnosi genetica prenatale invasiva, come l’amniocentesi o la villocentesi, questo test  è privo di rischi per il feto, poiché si basa sull’analisi del DNA fetale presente nel sangue materno.

Può essere utilizzato anche in caso di gravidanze gemellari di due feti.

A tutte le donne in gravidanza, indipendentemente da fattori di rischio genetico quali l’età,  a partire dalla 10^ settimana.

Al momento il test non invasivo su DNA fetale circolante non è incluso nel prontuario delle prestazioni del Servizio Sanitario Regionale  e viene pertanto erogato in regime privato dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli.

  • Ridurre il numero di procedure invasive, come l’amniocentesi e/o la villocentesi, con conseguente diminuzione del rischio a esse correlato
  • Fornire una consulenza genetica per la valutazione di eventuali fattori di rischio per la gravidanza, sulla base della storia familiare
  • Rendere più appropriata e consapevole la scelta  delle coppie che richiedono l’accesso a test prenatali
  • Sulla base delle esigenze individuali, la coppia potrà essere presa in carico per una valutazione congiunta con ginecologo ed, eventualmente, bioeticista e psicologo
  • Laddove la coppia lo desideri, attuare un percorso integrato multidisciplinare volto all’accoglienza della vita nascente nei casi a grande criticità
Appuntamento telefonico o tramite posta elettronica, invio di materiale informativo e di scheda per la raccolta della storia familiare via e-mail

Consulenza genetica

  • Raccolta dell’anamnesi personale e familiare
  • Valutazione del rischio riproduttivo della coppia
  • Esplicazione e compilazione del consenso informato

Esecuzione del prelievo ematico

Comunicazione dell’esito del test prenatale:

  • viene data dal medico che ha eseguito la consulenza genetica
  • in caso di rischio aumentato, illustrazione delle possibili alternative diagnostiche
  • counselling psicologico, ove richiesto
  • Ad ogni coppia viene chiesto di firmare il consenso informato
  • La comunicazione del risultato viene effettuata dal medico genetista
  • Il test non invasivo su DNA fetale circolante, di per sé, non consente di porre diagnosi di anomalia cromosomica. In caso di positività, presso la nostra struttura e previo consenso della coppia, sarà possibile effettuare un approfondimento diagnostico mediante amniocentesi.
    Il nostro Policlinico mette a disposizione della coppia le figure professionali più  adatte ad affiancarla nell’intero percorso.
  • €  500