Project Description

Analisi del cammino (Gait Analysis)

La Gait Analysis, o analisi computerizzata del movimento, consente di definire, attraverso l’uso di sofisticate apparecchiature integrate tra loro, il pattern deambulatorio del soggetto da analizzare. Grazie ad alcune sue importanti proprietà quali la non invasività, la possibilità di ripetere più volte l’esame in un arco di tempo ridotto, il carattere quantitativo e la tridimensionalità dei dati forniti, essa si pone come fondamentale strumento di indagine nell’analisi del movimento e della postura.
L’analisi del cammino è rivolta a tutti i pazienti che presentano disturbi della deambulazione e deficit dell’equilibrio conseguenti a patologie neurologiche (malattia di Parkinson, esiti di Ictus, malattie nuerodegenerative) ed ortopediche (sciatalgia, artrosi, protesi ginocchio ed anca in fase pre e post operatoria, fratture, disturbi della colonna vertebrale).

L’analisi del cammino consente inoltre di valutare le performance di movimento di chi pratica attività sportiva a livello agonistico ed amatoriale.

La valutazione delle caratteristiche della postura e del movimento nonché delle loro variazioni rispetto a situazioni di normalità, possono essere di enorme utilità in campo clinico per la diagnosi di patologie a carico di uno dei sistemi coinvolti (sistema nervoso, muscolo- scheletrico e sensoriale) così come per la pianificazione ed il controllo dei trattamenti riabilitativi e chirurgici.
Il sistema di analisi del movimento è un sistema optoelettronico che permette di acquisire qualunque tipo di movimento e di svilupparne un’analisi multifattoriale che comprende l’integrazione di dati cinematici con dati dinamici ed elettromiografici.  Il sistema acquisisce il movimento mediante un insieme di 8 telecamere all’infrarosso posizionate attorno allo spazio in cui avviene l’azione.
  • Analisi del cammino (Gait Analysis) – €  130

Le telecamere sono munite di led, posti su una corona circolare coassiale con l’obiettivo, sensibili ai raggi infrarossi e catturano il movimento di particolari sfere (marker), ricoperte di materiale riflettente. I marker vengono posizionati su repere specifici del corpo e, dalle loro traiettorie rilevate dalle telecamere, si ricostruisce lo spostamento compiuto. Un sistema di questo tipo, quindi, è in grado di eseguire una esatta ricostruzione tridimensionale delle traiettorie di un insieme di punti evidenziati dai marker.

Il software dedicato ricostruisce in 3D l’intero ambiente di lavoro, compresa la posizione delle telecamere e la loro direzione rispetto ai marker, per cui è possibile vedere il filmato da più angolazioni diverse rispetto al sistema di riferimento del laboratorio. Con un processo di triangolazione del tutto analogo a quanto fa il nostro cervello nel ricostruire la tridimensionalità di una scena, utilizzando le informazioni fornite dai due occhi, il computer ricostruisce la posizione nello spazio di tutti i punti che costituiscono la rappresentazione di un corpo utilizzando le immagini registrate dalle telecamere. A questo punto il computer possiede tutti i numeri necessari per rappresentare i componenti anatomici nella posizione da essi assunta in ogni istante temporale campionato, e questo significa avere una descrizione del movimento.