Breath Test

Il Breath Test, o Test del Respiro, è un esame non invasivo attraverso il quale è possibile diagnosticare intolleranze alimentari (ad es. lattosio o fruttosio), la presenza del batterio Helicobacter Pylori nello stomaco, la presenza di sovracrescita batterica nell’intestino tenue e la velocità del transito intestinale.

A cosa serve?

Il Breath Test viene prescritto dal medico in presenza di sintomi riconducibili a una patologia dello stomaco (es. bruciore, dolore, difficolta’ a digerire), a meteorsimo e disturbi dell’alvo (stitichezza o diarrea) o a un’intolleranza o a malassorbimento degli zuccheri normalmente assorbibili – quali il lattosio, il fruttosio, il glucosio e il sorbitolo. Effettuare il Test del Respiro è semplice e indolore: a seconda della tipologia di test vengono somministrate determinate sostanze per via orale e viene analizzato il respiro del paziente prima e dopo l’assunzione.

COME PRENOTARE

È possibile prenotare chiamando il numero 0630154845
(dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 15)
oppure inviando un’email all’indirizzo gastroprivato@policlinicogemelli.it
È indicato per riscontrare la presenza di Helicobacter Pylori, la cui presenza nello stomaco può causare gastrite, ulcera gastrica e duodenale, ed è un fattore di rischio per lo sviluppo di cancro dello stomaco o linfoma gastrico.

Il paziente soffia tramite una cannuccia all’interno di una provetta: in questo modo avviene il campionamento basale dell’aria espirata.
Successivamente viene somministrata per via orale una dose prefissata di Urea. Dopo una attesa di 30 minuti viene nuovamente richiesto di soffiare all’interno di una seconda provetta.
La presenza di una determinata sostanza nel secondo campione indica la presenza dell’Helicobacter.


Costo 60 €

È un test finalizzato a valutare il malassorbimento dello zucchero lattosio, condizione clinica che causa crampi addominali, meteorismo e diarrea.

Per la sua effettuazione il paziente soffia, dopo un periodo di digiuno prestabilito, in apposite sacche.
Successivamente viene somministrata una dose prefissata di Lattosio. Quindi si prelevano campioni di aria ogni mezz’ora per 4 ore.
A seconda della concentrazione di idrogeno o di metano che si riscontra nei campioni dell’espirato è possibile stabilire se vi è o meno una intolleranza al lattosio.


Costo 80 €

Per individuare un’alterazione del transito intestinale viene somministrato il lattulosio, uno zucchero non assorbibile che viene metabolizzato nel colon con conseguente produzione di idrogeno.

Questa test si realizza, come il precedente, attraverso l’espirazione a digiuno in apposita sacche. Successivamente viene somministrata una dose prefissata di lattulosio, quindi si prelevano campioni di aria ogni 15 minuti per 4 ore.
A seconda della concentrazione di idrogeno e metano che si riscontra nei campioni dell’espirato è possibile stabilire se vi sia o meno un’alterazione del transito.

Alcuni clinici utilizzano tale test per stabilire la presenza di sovracrescita intestinale nell’intestino tenue (small intestine bacterial overgrowth: SIBO).


Costo 80 €

La sindrome da contaminazione batterica (small intestine bacterial overgrowth: SIBO) nell’intestino tenue provoca sintomi come meteorismo, calo ponderale, malassorbimento dei nutrienti e disturbi dell’alvo (diarrea o stitichezza).

Il glucosio in particolare è uno zucchero rapidamente assorbito nell’intestino tenue prossimale, non fermentato dal microbiota. In caso tale microbiota sia sovracresciuto si registra però una fermentazione di tale zucchero con conseguente produzione di idrogeno o metano.

Anche in questa tipologia di test il paziente, a digiuno, soffia in apposite sacche. Viene poi somministrata una dose prefissata di glucosio, quindi si prelevano campioni di aria ogni quarto d’ora per le 2 ore successive.
A seconda della concentrazione di idrogeno e metano che si riscontra nei campioni è possibile stabilire se vi è o meno una sindrome da contaminazione batterica ileale.


Costo 80 €

Norme per l’esecuzione dell’urea Breath Test (BT)
Norme per l’esecuzione dei Breath Test (BT) all’idrogeno